Ita | Eng


home area media comunicati stampa


Un convegno della Facoltà di Economia dell’Università di Torino analizza l’impatto sugli Enti locali piemontesi del recente Decreto Legislativo 118/2011

Con il Decreto Legislativo 118/2011 i diversi livelli della pubblica amministrazione italiana (Regioni, Province, Comuni e Aziende Sanitarie Regionali) sono chiamati ad adottare schemi e principi contabili condivisi e armonizzati, facilitando ulteriormente il governo e controllo della spesa pubblica.

Per iniziare a condividere obiettivi e modalità di lavoro, la Facoltà di Economia dell’Università di Torino, in collaborazione con l’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili, l’ANCI Piemonte e il CSI Piemonte, ha organizzato per questa mattina il convegno “L’armonizzazione della contabilità e del bilancio delle aziende pubbliche: il Decreto Legislativo 118/2011”.

Grazie a questa nuova normativa, infatti, tutte le amministrazioni pubbliche centrali e periferiche dello Stato dovranno iniziare un percorso per armonizzare i propri regimi contabili, rendendo di fatto più trasparenti e confrontabili i bilanci dei diversi livelli della pubblica amministrazione.

L’appuntamento è anche l’occasione per inaugurare ufficialmente i due Master in Management delle Aziende Ospedaliere e Sanitarie Locali e in Management delle Aziende Pubbliche e delle Aziende di Pubblico Servizio. Promossi dalla Facoltà di Economia, i Master sono giunti alla seconda edizione e approfondiscono molte delle tematiche discusse durante i lavori del convegno.

“Il convegno di oggi – spiega il Professor Luigi Puddu, Docente di Ragioneria presso la Facoltà di Economia dell’Università di Torino e membro del Comitato Scientifico dei Master – intende proprio rappresentare un primo momento formativo e informativo dedicato alle grandi trasformazioni provocate dal Decreto Legislativo 118/2011. La nostra intenzione è quella di farne seguire altri, perché il percorso che stiamo per intraprendere è lungo e complesso e necessita della massima collaborazione fra tutti gli Enti coinvolti e interessati”.

“Anche per questo – prosegue Puddu – ci siamo affidati a partner qualificati e di alto livello, come l’Ordine dei Dottori Commercialisti, che dovrà poi certificare i nuovi bilanci pubblici, il CSI Piemonte, che da sempre gestisce l’informatica dei sistemi contabili degli Enti pubblici piemontesi, e l’ANCI Piemonte, portavoce di tutti i Comuni piemontesi”.

Per ulteriori informazioni:
Ufficio Stampa CSI Piemonte
Tel. 011.3168677 - Mobile 334.6219207
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Share/Save/Bookmark

Consorzio per il Sistema Informativo - P.IVA 01995120019 copyright 2014 CSI-Piemonte. All rights reserved.