Ita | Eng


home portfolio mobilità TWIST


TWIST

  • Stampa
  • E-mail

Trasmissione Web Incidenti Stradali

713 Enti fruitori
2.309 utenti abilitati all’utilizzo del servizio
circa 15.000 incidenti stradali inseriti ogni anno

Trasmissione Web Incidenti Stradali è l'applicativo per registrare, condividere e trasmettere in modalità web tutte le informazioni, rilevate dalle Forze dell'Ordine, relative a incidenti stradali.
Il progetto si colloca nell'ambito del “Programma strategico di governo del territorio” e del Piano Regionale della Sicurezza Stradale” della Regione Piemonte.

Cliente: Regione Piemonte 

Vai al sito: RUPAR Piemonte

  • approfondisci+

    A chi è rivolto?

    • Forze dell'Ordine preposte al rilevamento degli incidenti stradali (Polizie Municipali e Arma dei Carabinieri) per l'utilizzo di uno strumento gestionale condiviso su scala regionale;
    • Settori della Pubblica Amministrazione come ausilio all'analisi, alla pianificazione e alla prevenzione per quanto riguarda le infrastrutture stradali rispetto ai sinistri tracciati;
    • Centri di Monitoraggio della Sicurezza Stradale per offrire agli uffici regionali, provinciali e comunali strumenti di monitoraggio della “qualità dei dati” inseriti per i sinistri.

    A cosa serve?

    Permette:

    • la gestione della scheda incidente;
    • la georeferenziazione su mappa dell'incidente;
    • la predisposizione automatica su template predefiniti di verbali per le Forze dell'Ordine;
    • l'import/export dei dati secondo il tracciato standard ISTAT;
    • la predisposizione di report per l'invio ad ISTAT da parte del Centro Regionale di Monitoraggio della Sicurezza Stradale (CRMSS).

    Quali sono i benefici?

    L'utilizzo di un sistema centralizzato e comune per il monitoraggio dell'incidentalità consente:

    • un maggior controllo del fenomeno da parte degli Enti territoriali (Forze dell'Ordine e Pubbliche Amministrazioni);
    • la possibilità di analizzare i dati in tempi brevi per evidenziare i punti critici della viabilità e di decidere come intervenire sulle infrastrutture per ridurre l'incidenza del fenomeno.

    per raggiungere un obiettivo fondamentale: la riduzione dei sinistri stradali.

    Come funziona?

    Le Forze dell’Ordine che rilevano l’incidente stradale (Polizie Municipali e Arma dei Carabinieri) utilizzano TWIST per l’inserimento delle informazioni pertinenti (circa 400 per ogni incidente, delle quali circa 200 obbligatorie per ISTAT).
    I dati successivamente sono verificati dai centri di monitoraggio esistenti (uno regionale e otto su scala provinciale) ed inviati all’ISTAT dal CRMSS attraverso una specifica funzionalità di TWIST.
    La Polizia Stradale e le Polizie Municipali, già in possesso di un proprio sistema per la gestione degli incidenti stradali e che pertanto non aderiscono all’utilizzo diretto dello strumento, hanno comunque l’obbligo di caricare nel sistema regionale i dati da inviare all’ISTAT.

    Quali tecnologie utilizza?

    Grazie al sistema di autenticazione utilizzato (IRIDE2) per l'accesso, il sistema è in grado di riconoscere smart-card con credenziali rilasciate da Certification Authorities accreditate su scala nazionale (ad esempio, il sistema è in grado di fornire l'accesso a tutti gli utenti dell'Arma dei Carabinieri in possesso della Carta Nazionale dei Servizi – CNS).
    Inoltre, TWIST si appoggia alle informazioni dello “stradario regionale” che consentono:

    • inserendo il comune ed il nome della via (parziale o totale) in cui è avvenuto l’incidente, di avere l’elenco delle vie presenti nel sistema e certificate dagli Enti;
    • nel caso in cui vengano specificate due vie o il numero civico più vicino al luogo dell’incidente, di avere un riferimento su mappa del punto dove l'incidente può essere avvenuto (georeferenziazione su mappa).

     

Share/Save/Bookmark

Consorzio per il Sistema Informativo - P.IVA 01995120019 copyright 2014 CSI-Piemonte. All rights reserved.