118 e CSI Cuore&Cervello

Per migliorare la qualità della vita di tutti. Anche nell'emergenza

La giornata “118 Cuore&Cervello CSI” ha permesso ai cittadini piemontesi di vedere all’opera le attività del 118 attraverso simulazioni di interventi e di manovre di emergenza e di comprendere l’importanza di gestire tempestivamente certe situazioni. I partecipanti hanno scoperto attraverso giochi, demo live e allestimenti specifici, i sistemi tecnologici del CSI che fanno funzionare le Centrali Operative del 118 per l'emergenza 24 ore su 24. Una collaborazione collaudata, che fa del 118 piemontese un punto di forza del sistema sanitario. Quando il 118 riceve una chiamata, il sistema localizza il punto di provenienza e acquisisce in modo automatico i dati (numero di telefono e utenza) del chiamante. Grazie al sistema informativo del 118, i dati delle Unità del Pronto Soccorso, i mezzi operativi sul territorio e le Centrali Operative sono collegati in rete e permettono agli operatori telefonici di inviare il mezzo di soccorso più vicino e di scegliere l’ospedale più idoneo per assistere tempestivamente il paziente, anche in caso di calamità naturali. Sono 1 milione le chiamate telefoniche localizzate ogni anno.

L’evento in cifre

oltre10.000 partecipanti

circa8500 vademecum distribuiti

quasi1000 registrazioni

sui portali SistemaPiemonte e TorinoFacile

5700 accessi al sito www.csipiemonte.it

nei 10 giorni precedenti la manifestazione