Tipologia
Approfondimento

Quando servono i robot?

Nella nostra area Architetture, tecnologie e A.I. abbiamo un’attività specifica relativa a Robotic Process Automation (RPA), ossia robot virtuali che prendono il posto delle persone per eseguire compiti ripetitivi che portano via molto tempo. Le soluzioni RPA trovano spazio dove le attività sono monotone e seguono regole ben definite e dove l’apporto umano, unico per potenzialità e creatività, non è necessario. Dove gli applicativi non possono evolvere e dove si usano uno o più software, l’RPA trova il suo campo di applicazione.

Gli enti pubblici hanno molta burocrazia interna da smaltire, con normative e indicazioni sempre nuove di cui tenere conto. Questo è un settore in cui ha senso adottare una soluzione RPA: tutto quello che porta via tempo agli impiegati e che può essere svolto da una macchina è sicuramente un buon candidato per una valutazione. Come lavoriamo nel nostro gruppo? L’assessment è sicuramente il primo passo per l’automazione: si esamina il flusso di lavoro in tutte le componenti e le fasi, si descrivono in un documento le caratteristiche e si calcolano poi i benefici derivanti dalla sua possibile automazione.

Finora è arrivato un discreto numero di richieste, sia dagli enti nostri consorziati, sia da altre aree aziendali del CSI. Per ciascuna richiesta viene fatta una valutazione e, se “il gioco vale la candela”, il nostro team si mette al lavoro per re-disegnare il flusso: magari si inseriscono dei controlli aggiuntivi – che al robot non portano via molto tempo – o dei report descrittivi in modo che il committente possa sapere esattamente il lavoro che è stato svolto. In seguito, disegniamo il processo con le istruzioni per poter operare: il robot agisce sull’interfaccia delle applicazioni di uso quotidiano (Word, Excel…), cliccando e digitando come un essere umano. Le istruzioni possono essere fornite al robot passo per passo mediante intuitivi strumenti di drag-and-drop oppure tramite una registrazione delle azioni: in entrambi i casi, le azioni compiute vengono inserite nel processo e tradotte nel linguaggio utilizzato dalla piattaforma di RPA.

I software dell’RPA sono in continua evoluzione e gli spazi in cui potranno essere applicati sono in gran parte ancora da esplorare.

novembre 2019

Dario Milanese

Eccellenze e Temi strategici
Intelligenza artificiale
PA digitale